Grotta delle lumache

La grotta delle lumache è una bellezza sotterranea che si trova sulla strada che conduce agli ex cantieri minerari di "Nanni Frau"

Descrizione

La grotta è sita sul fianco sud del Monte Rosmarino ad una quota di 220 metri s.l.m. a breve distanza dalla strada che conduce agli ex cantieri minerari di "Nanni Frau" e quindi vicinissimo al paese. L'imbocco è di piccole dimensioni ed è quasi inosservabile in lontananza. Esso dà adito, dopo una discesa inclinata di 30 gradi su cono detritico di circa 25 metri ad un primo vasto ambiente di circa 700 metri quadri con un'altezza media di 15 metri . In direzione SW la cavità è occlusa da potenti colate alabastrine, depositi che stanno a testimoniare l'ormai fase fossile della grotta. In direzione NE è ovvia la prosecuzione, sempre con dimensioni molto vaste, si giunge ad un repentino cambiamento di direzione. Lo sviluppo si imposta decisamente in direzione SE, sulla volta, alta circa 20 metri, si nota la frattura generatrice della parte più vistosa della grotta. Questa porzione costituita da una serie di vasti ambienti impostati nella suddetta direzione, in costante salita (circa 20 gradi) dove i fenomeni di concrezionamento sono i veri padroni del contesto.

Sono presenti in successione: grandi colate, imponenti edifici colonnari, drappeggi di dimensioni ragguardevoli ed una selva di stalattiti e stalagmiti alcune delle quali crollate a causa degli ultimi eventi tettonici interessanti la zona (qualche decina di migliaia di anni fa).

Sulla parete di sinistra, si sviluppa una serie di piccoli condotti, di origine squisitamente freatica, che rivestono una certa importanza per concrezioni aragonitiche. Alla sommità del vasto ambiente sopra descritto, si ha una notevole riduzione delle dimensioni e una rotazione di direzione con direttrice sud; questa parte è costituita da una media sequenza di gallerie a sezione ellissoidale (chiara l'origine freatica) che si sviluppano prima in leggera discesa, poi in risalita costante ma lieve per una sessantina di metri e con la volta che al massimo raggiunge i 3 metri .

Attualmente, la Grotta risulta essere fruibile con difficoltà. Il sentiero di accesso, di lunghezza pari a circa 260 metri, si sviluppa sul pendio nord-ovest del monte Rosmarino, a poche centinaia di metri a est dal centro abitato di Buggerru.

Il sentiero congiunge la quota 136.5 m s.l.m. (corrispondente ad una strada comunale detta "Nanni Frau") e la quota 209.8 m s.l.m. dell'imbocco della grotta, con un dislivello di 73 m e una pendenza media del 28 %.

Il percorso è particolarmente suggestivo per l'aspetto panoramico sul centro abitato e sul porto turistico di Buggerru.

Nella grotta sono già sviluppati studi, commissionati dalle autorità competenti, per il monitoraggio ambientale e strutturale e per la valutazione del grado di sensibilità in previsione di un suo futuro utilizzo per fini turistici.

Date le condizioni orografiche ed i materiali presenti nonché la destinazione del sentiero, ovvero la grotta non comunque fruibile da persone disabili, si preferisce adottare soluzioni a basso impatto piuttosto che intervenire pesantemente sia sul tracciato che sulle opere di contenimento e superamento di ostacoli.

Modalità di accesso

Accesso libero

Dove

Ulteriori informazioni

Attualmente, la Grotta risulta essere fruibile con difficoltà. Il sentiero di accesso, di lunghezza pari a circa 260 metri, si sviluppa sul pendio nord-ovest del monte Rosmarino, a poche centinaia di metri a est dal centro abitato di Buggerru. Il percorso attualmente si trova in uno stato di abbandono e non garantisce un agevole e sicuro transito.

Ultimo aggiornamento

09/06/2020, 13:44